E se i quadri elettrici fossero smart?

Il quadro elettrico è il cuore dell’impianto elettrico ed è fondamentale per garantire la sicurezza in un ambiente di persone e cose.

L’innovazione, lasciando intatta questa sua funzione, potrà farlo evolvere in un quadro smart?

La risposta è sì, perché l’Internet delle Cose (IoT) può renderlo anche l’elemento centrale per la raccolta delle informazioni e il controllo dell’intero sistema di distribuzione elettrica. Si tratterebbe di un’innovazione applicabile a tutte le tipologie di quadri elettrici collegati sia alla produzione industriale sia agli impianti meccanici, cioè di ventilazione, riscaldamento, raffrescamento, antincendio, idricosanitari e per la distribuzione di gas tecnici.

Internet delle Cose

Un quadro elettrico smart contiene componenti modulari e comunicanti che, a loro volta, contengono una serie di informazioni collegate alle loro funzioni. Per esempio, un interruttore dirà se è aperto o chiuso mentre un misuratore della qualità dell’energia saprà rendere fruibili dati sulle frequenze, tensioni e possibili sfasamenti.

Che aspetto avrebbe?

Non dovrà assolutamente essere un quadro elettrico da fantascienza, anzi. I dati raccolti all’interno potranno raggiungere la rete tramite una sola porta Ethernet, rendendo così il quadro lo snodo di tutti i suoi componenti interni.

Le caratteristiche principali dovranno essere la semplicità, sia nella realizzazione che nell’installazione. Ma anche modularità e scalabilità, in modo da permettere agli installatori, opportunamente formati, di non avere difficoltà nei loro interventi.

E i dati quale valore avrebbero?

Possono fare miracoli nella gestione energetica e operativa degli impianti, perché, guardando solo ad alcuni aspetti applicativi, favorirebbero:

  • monitoraggio continuo sul corretto funzionamento dell’impianto, con controllo e comando dei carichi da remoto;
  • manutenzione predittiva, in base ai parametri reali rilevati, con notifiche di promemoria
    riduzione dei costi di intervento o di ripristino dell’impianto;
  • massimizzazione delle condizioni operative, attraverso allarmi su sovraccarico o malfunzionamenti che diventano notifiche istantanee sullo smartphone e permettono, da remoto, di riavviare l’impianto riducendo i tempi di fermo.

Un quadro elettrico smart può misurare la performance energetica di un edificio, rendere fattibile il piano di sostenibilità di un’impresa ed essere parte di una rete più ampia che contribuisca a rendere smart una città.

Una bella rivoluzione, non credi?

Perché non parlarne assieme? Contattaci per maggiori informazioni! 

Servizi & Soluzioni

Ultime news

  • All Posts
  • Building Automation
  • Cablaggio strutturato
  • Canalizzazioni
  • Case History
  • Domotica
  • Efficienza Energetica
  • elettrostrumentale
  • Fotovoltaico
  • ICT
  • Impianti elettrici
  • incentivi
  • Ineltec Story
  • Iniziative
  • Innovazione
  • Installazione
  • IoT
  • Manutenzione
  • News
  • Quadri elettrici e cabine BT/MT
  • Risparmio energetico
  • Senza categoria
  • Sicurezza
  • Sistemi di sicurezza
  • Uncategorized

Contatti

INELTEC srl – Via della Tecnica 5 – 75100 – Matera (MT) – N.REA: MT70309 – P.Iva: 01070200777 – pec: ineltec@pec.ineltec.it