Lampadine alogene vietate dal 1° settembre

Come sostituirle e quanto si risparmierà?

Addio alle vecchie lampadine alogene, dal 1° settembre vanno in pensione. Almeno a quelle che abbiamo utilizzato finora. Consumano troppo (rientrano nella classe di efficienza energetica “D”) e le alternative meno energivore e più ‘eco-friendly’ ci sono.
Per questo, la Commissione Europea ha decretato l’uscita degli Stati membri dal mercato delle lampadine alogene, con l’entrata in vigore del regolamento (il n. 244/2009 sulla progettazione eco-compatibile delle lampade a uso domestico, collegato alla direttiva Eup – Energy Using Products 2005/32/EC) che, previsto per il 2016 e poi posticipato di due anni, scatterà il 1 settembre 2018.

Questo significa che al prossimo cambio di una lampadina fulminata, potremo acquistare solo un prodotto più efficiente, come i LED Alla base della decisione di eliminare le alogene vi è certamente il fattore risparmio energetico: il consumo di una lampada alogena è infatti più di 5 volte superiore a quella di un led.

Lampadine tradizionali addio, i vantaggi

Il risparmio stimato, secondo Enea (l’Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) è di 48 TWh di energia elettrica l’anno pari al consumo annuo di elettricità del Portogallo e di circa 15,2 milioni di tonnellate di C02 sino al 2025 (pari alle emissioni generate da circa due milioni di persone all’anno).

Le lampadine a led costano di più ma, con in media una aspettativa di vita di circa 15-20 anni, una led ad alta efficienza permette di risparmiare fino a 115 euro, recuperando il costo entro un anno (come spiegato da Anie Confindustria)

Senza contare, infine, i vantaggi per l’industria, grazie alla creazione di nuovi posti di lavoro e alla protezione dalla concorrenza di bassa qualità e dall’import di prodotti inefficienti.

Lampade alogene: ecco quali saranno vietate

Il divieto, in ogni caso, non riguarda proprio tutti i prodotti. Ad essere tagliati dal mercato saranno i classici bulbi di vetro a forma di pera, non direzionali, in classe energetica D, mentre saranno escluse dall’operazione:

  • Le lampade alogene direzionali (i c.d. ‘faretti’);
  • Le lampade alogene con attacco G9 e R7S (quelle usate per le lampade da tavolo e i proiettori).

 

Il divieto scatta per i nuovi prodotti immessi nel mercato, mentre quelli già in vendita nei negozi sono salvi, fino ad esaurimento scorte.

Servizi & Soluzioni

Ultime news

  • All Posts
  • Building Automation
  • Cablaggio strutturato
  • Canalizzazioni
  • Case History
  • Domotica
  • Efficienza Energetica
  • elettrostrumentale
  • Fotovoltaico
  • ICT
  • Impianti elettrici
  • incentivi
  • Ineltec Story
  • Iniziative
  • Innovazione
  • Installazione
  • IoT
  • Manutenzione
  • News
  • Quadri elettrici e cabine BT/MT
  • Risparmio energetico
  • Senza categoria
  • Sicurezza
  • Sistemi di sicurezza
  • Uncategorized

Contatti

INELTEC srl – Via della Tecnica 5 – 75100 – Matera (MT) – N.REA: MT70309 – P.Iva: 01070200777 – pec: ineltec@pec.ineltec.it