Fotovoltaico Galleggiante – In Italia si aprono nuove strade

Il MISE ha dichiarato che nel prossimo decennio (2019 – 2030) si procederà a potenziare gli investimenti sul fotovoltaico portando il parco installato annuo a 3800 MW a fronte di un installato medio complessivo degli ultimi anni di 700 MW. Un obiettivo ambizioso che sicuramente recepisce appieno la direzione presa dall’UE su questo fronte.

 

Una delle regioni che per prima si sta muovendo per l’utilizzo di nuove soluzioni tecnologiche sugli impianti fotovoltaici è l’Emilia Romagna che ha da poco approvato delle linee guida per favorire l’installazione Fotovoltaico Flottante e Agrovoltaico.

Quest’anno abbiamo avuto il piacere di visitare la Fiera Key Energy di Rimini; un evento ricco di idee e innovazioni tecnologiche orientate alla sostenibilità e all’efficientamento energetico. In questa sede i nostri tecnici hanno avuto l’opportunità di conoscere e approfondire le ultime tecnologie e di stringere nuovi rapporti di collaborazione con diversi partner, come Hydrosolar, per poter offrire ai propri clienti i vantaggi di queste recenti innovazioni tecnologiche.

 

Non solo tetti e terreni, da oggi anche specchi d’acqua

Alcune novità – che sicuramente contribuiranno a velocizzare la transizione energetica – riguardano proprio l’installazione di fotovoltaico galleggiante per la produzione di energia pulita.

 

Di cosa si tratta?

 

Fotovoltaico galleggiante

Il solare galleggiante consiste nell’installazione di moduli fotovoltaici galleggianti su specchi d’acqua come dighe, bacini di irrigazione e/o di accumulo, ex cave miniere, laghetti, stagni, laghi di montagna, lagune.

 

Questa soluzione offre diversi vantaggi rispetto alle installazioni convenzionali:

1 – Permette di usufruire di spazi altrimenti inutilizzati.

2 – Permette di aumentare la potenza del 10% – 20% (rispetto ai tradizionali) grazie alla sua vicinanza all’acqua e nello specifico:

  • L’umidità e la luce riflessa dallo specchio dallo specchio d’acqua incrementano l’irraggiamento.
  • Il contatto continuo con l’acqua permette un costante raffreddamento dei moduli che ne incrementa l’efficienza.

 

L’Italia è sicuramente un paese che grazie alla sua struttura territoriale abbraccerà appieno queste tecnologie che avranno il compito di condurci verso la decarbonizzazione.

 

Desideri maggiori informazioni in merito per approfondire? 

 

Saremo lieti di fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.  CONTATTACI ORA ==> CLICCA QUI 

Servizi & Soluzioni

Ultime news

  • All Posts
  • Building Automation
  • Cablaggio strutturato
  • Canalizzazioni
  • Case History
  • Domotica
  • Efficienza Energetica
  • elettrostrumentale
  • Fotovoltaico
  • ICT
  • Impianti elettrici
  • incentivi
  • Ineltec Story
  • Iniziative
  • Innovazione
  • Installazione
  • IoT
  • Manutenzione
  • News
  • Quadri elettrici e cabine BT/MT
  • Risparmio energetico
  • Senza categoria
  • Sicurezza
  • Sistemi di sicurezza
  • Uncategorized

Contatti

INELTEC srl – Via della Tecnica 5 – 75100 – Matera (MT) – N.REA: MT70309 – P.Iva: 01070200777 – pec: ineltec@pec.ineltec.it