Desideri contattarci? Chiamaci!

+39-0835-382760

COOKIE POLICY. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sullo specifico link.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Sarà un bonus pieno il credito d’imposta per le spese sostenute per impianti di videosorveglianza e allarme sostenute nel 2016. Il credito d’imposta stabilito dalla legge di Stabilità per il 2016 sarà, infatti, al 100 per cento. A stabilirlo il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate diffuso il 30 marzo scorso, di cui il Sole24ore ne da un’ampia spiegazione con un articolo di Giovanni Parente
Quindi sarà agevolata l’intera spesa sostenuta, a condizione però di aver già presentato la domanda attraverso la procedura online sul sito dell’Agenzia dal 20 febbraio al 20 marzo 2017.                        

Per il 2017 resta la chance del bonus al 50%, esaurita la finestra del credito d’imposta, resta comunque la possibilità di accedere ad agevolazioni per la messa in sicurezza della propria abitazione. C’è, infatti, la chance della detrazione Irpef del 50% da utilizzare “scaglionata” su dieci anni per tutta una serie di interventi: dalla videosorveglianza all’installazione di impianti di allarme. Qui potete trovare l’elenco completo di tutti gli interventi agevolabili.

 

Sorprese, calore e famiglia ce lo auguriamo tutti gli anni, ma spesso insieme a Babbo Natale, vengono anche ospiti indesiderati… I LADRI!

Sotto le feste è il periodo più a rischio e più interessante per i ladri, perché spesso le aziende chiudono qualche giorno per le festività, e quindi diventano preda prelibata per malintenzionati che hanno tutto il tempo a disposizione per rubare ciò che trovano e magari lasciare danni ingenti per noi.

Sicuramente non è proprio il regalo che vorremmo trovare al nostro rientro in azienda dalle vacanze natalizie, anche perché non è difficile oltre al danno la beffa, ovvero contattare l’assicurazione e scoprire che tutta una serie di oggetti vittima degli sciacalli non rientrano fra le spese rimborsabili.

Quindi vale la pena di pensare a proteggere la nostra attività, non solo per i beni materiali, ma anche per l’eventualità che i ladri possano anche rubare documenti importanti per i nostri clienti, o semplicemente informazioni e note per noi fondamentali allo svolgimento del nostro lavoro.
Per il tempo che poi dovremmo occupare per gli adempimenti burocratici necessari (denuncia alle forze dell’ordine, assicurazione, resoconto delle refurtiva, ecc.)

Per questo è meglio strutturarsi per tempo e poter davvero trascorrere un Natale festoso e giocoso. Un investimento in tal senso ci porta a far risparmiare nei costi assicurativi ed evitare anche rallentamenti alla produzione per poter ripristinare il tutto come era prima. Oggi questa difesa è possibile grazie a impianti di sicurezzaallarmi e video-sorveglianza. Fortunatamente oggi questi sistemi sono alla portata di tutti, senza opere murarie o con interventi tecnici poco invasivi.

Dotarsi di sistemi di sorveglianza crea un grande deterrente per i malintenzionati, che sanno a quali rischi vanno incontro: le telecamere consentono di identificare e punire chi ha violato il nostro territorio e un avviso sul nostro smartphone ci consente di metterci immediatamente in contatto con questura in modo che intervengano immediatamente per un sopralluogo di controllo

Basta davvero poco per proteggersi, oggi esiste una soluzione per ogni bisogno e necessità, non rischiare un altro Natale imprudente, difenditi con i mezzi leciti a disposizione, noi siamo a tua disposizione per una verifica gratuita e consigliarti la soluzione migliore per te e i tuoi cari

 

 

Sorprese, calore e famiglia ce lo auguriamo tutti gli anni, ma spesso insieme a Babbo Natale, vengono anche ospiti indesiderati… I LADRI!

Sotto le feste soprattutto ci auguriamo pace e serenità, ne abbiamo un grande bisogno, ma è anche il periodo più a rischio e più interessante per i ladri. Spesso lasciamo le nostre case deserte, per vacanze o semplicemente per trascorrere qualche ora dai parenti e complice la nostra gioia natalizia non ci preoccupiamo di difendere sufficientemente le nostre abitazioni o le nostre aziende da malintenzionati. 

Lo spirito natalizio non coinvolge, purtroppo, tutti allo stesso modo, ma induce chi vuole approfittare degli incontri famigliari a pianificare furti più o meno consistenti, conoscendo magari le nostre abitudini e la vulnerabilità delle nostre proprietà.

La loro scaltrezza oltretutto sta raggiungendo dei livelli preoccupanti, non si accontentano più di rubare in luoghi isolati, anche se per poco tempo, ma colpiscono anche quando siamo in casa, approfittando dei classici giochi in scatola, che tengono tutta la famiglia riunita in una stanza in un clima festoso che non consente di prestare attenzione a movimenti o rumori sospetti. Così oltre ai danni fisici che i ladri causano, si aggiunge anche il rischio di mettere in pericolo noi stessi e le nostre famiglie. Spesso corriamo ai ripari quando un nostro conoscente o vicino di casa è stato vittima di vandali o addirittura dopo che è capitato proprio a noi. 

Per questo è meglio strutturarsi per tempo e poter davvero trascorrere un Natale festoso e giocoso. La sicurezza dei propri cari e della nostra casa, che con tanta fatica siamo riusciti a conquistarci merita la nostra attenzione e protezione. Oggi questa difesa è possibile grazie a impianti di sicurezzaallarmi e video-sorveglianza. Fortunatamente oggi questi sistemi sono alla portata di tutti, senza opere murarie o con interventi tecnici poco invasivi.

Dotarsi di sistemi di sorveglianza crea un grande deterrente per i malintenzionati, che sanno a quali rischi vanno incontro: potrebbero non riuscire ad entrare in casa per la presenza di allarmi perimetrali che fanno scattare le sirene che allertano tutto il vicinato e consentono in pochi minuti l’arrivo delle forze dell’ordine. Le telecamere poi consentono di identificare e punire chi ha violato il nostro territorio.

Basta davvero poco per proteggersi, oggi esiste una soluzione per ogni bisogno e necessità, non rischiare un altro Natale imprudente, difenditi con i mezzi leciti a disposizione, noi siamo a tua disposizione per una verifica gratuita e consigliarti la soluzione migliore per te e i tuoi cari

 

 

Come funziona il credito d'imposta?

Con la nuova Legge di Stabilità 2016 è stato introdotto il Bonus Videosorveglianza: un credito d’imposta che garantirà molti vantaggi per i cittadini che intendono proteggere se stessi e la propria famiglia da eventuali furti o atti illeciti nella propria casa per l’acquisto di sistemi di videosorveglianza, videocamere di sicurezza e vigilanza di casa privata.

Com’è noto, il tema della sicurezza è particolarmente avvertito in questo periodo, per affrontarlo cercando di spendere il meno possibile, ci viene in soccorso l’emendamento che ha modificato la Legge di Stabilità 2016 nell’ambito del pacchetto «cultura e sicurezza».

Ma cos’è il Bonus Videosorveglianza 2016?

É possibile detrarre dalle tasse per le spese per sistemi di videosorveglianza digitali o per contratti con agenzie di vigilanza. Il fondo messo a disposizione dal Governo è pari a 15 milioni di euro, fino a esaurimento scorte, ovvero via via che i cittadini documentano spese ammissibili per detrarle dalle tasse il fondo diminuisce fino ad esaurirsi, quindi vale il detto “chi prima arriva meglio alloggia”

Come funziona il credito d’imposta?

Nella compilazione della dichiarazione dei redditi è possibile inserire le spese sostenute (Quadro G in caso di modello 730, quadro RU in caso di modello Unico). La spesa quindi sostenuta verrà sottratta dal totale delle tasse che il cittadino deve pagare.

A chi spetta il Bonus Videosorveglianza 2016?  

Il bonus videosorveglianza spetta solo ai cittadini privati non titolari di Partita IVA, per cui alle sole famiglie o single. Si legge nell’emendamento: “il credito d’imposta 2016 vale solo per «persone fisiche che non svolgono attività di lavoro autonomo o di impresa»”, per cui ne sono esclusi commercianti, artigiani, società ed imprese anche individuali.

Quanto spetta per il Bonus Videosorveglianza 2016?

Dal momento che questa misura è stata da poco proposta dal Governo, mancano ancora molti dettagli, come ad esempio sapere il limite di spesa per l'installazione di telecamere digitali e dei contratti per le agenzie di vigilantes, l'importo massimo di spesa che spetta alle famiglie con il credito d'imposta, le modalità per fruire del bonus, le spese ammesse.

Rientrano nel beneficio i costi per il sopralluogo, il progetto, l'installazione delle videocamere di sicurezza, il rilascio della certificazione e conformità alla legge sulla privacy, la documentazione per accedere all'agevolazione, e tutto ciò che deve contenere il contratto da stipulare con l'agenzia di vigilanza, nel caso in cui il cittadino decida di affidare la sua sicurezza ad un'agenzia specializzata?