Desideri contattarci? Chiamaci!

+39-0835-382760

COOKIE POLICY. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sullo specifico link.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Una grande opportunità per le imprese della Basilicata, l’avviso prevede due tipologie di interventi: quelli inerenti l'efficienza energetica, e quelli volti all’installazione di impianti da fonti rinnovabili destinati interamente all’autoconsumo. 

La finalità della misura è quella di agevolare le imprese nella realizzazione, nelle proprie sedi operative, di investimenti finalizzati al miglioramento dell'efficienza energetica anche attraverso l'utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili per la produzione di energia destinata al solo “autoconsumo” con l’obiettivo di promuovere la riduzione dei consumi e delle correlate emissioni inquinanti e climalteranti degli impianti produttivi mediante la razionalizzazione dei cicli produttivi, l'utilizzo efficiente dell'energia e l’integrazione in sito della produzione di energia da fonti rinnovabili.

La dotazione finanziaria complessiva è pari a € 29.223.126,00 di cui € 21.900.000,00 a valere sul PO FESR 2014-2020 ed € 7.323.126,00 su FSC 2014-2020.

La dotazione finanziaria complessiva è così ripartita: € 9.223.126 a favore delle Grandi imprese, € 20.000.000 a favore delle PMI (micro, piccole e medie imprese).

 

INVESTIMENTI AMMISSIBILI

Gli interventi ammissibili ad agevolazione devono essere compresi tra quelli suggeriti dalla diagnosi energetica eseguita secondo le specifiche del D.Lgs. 102/2014. La diagnosi energetica, redatta secondo le indicazioni e i contenuti di cui all’allegato B al presente Avviso Pubblico, è obbligatoria per la candidatura ad agevolazione degli interventi al presente Avviso. La diagnosi energetica può in alternativa essere sostituita, ove già disponibile, dalla certificazione ISO 50001 a condizione che il sistema di gestione in questione includa un audit energetico realizzato in conformità ai dettati di cui all’allegato B al presente Avviso Pubblico (D.Lgs 102/2014).

Sono ammissibili ad agevolazione le seguenti tipologie di intervento:

Tipologia 0 –diagnosi energetica e spese tecniche per le sole PMI Spese per la predisposizione del documento di diagnosi energetica a corredo del programma di investimento proposto che indichi chiaramente le prestazioni energetiche di partenza e quelle che verranno conseguiti con l’investimento.

Tipologia A- Interventi di efficienza energetica:

a) installazione d’impianti di cogenerazione ad alto rendimento secondo la definizione di cui all’allegato A;

b) interventi finalizzati all'aumento dell'efficienza energetica nei processi produttivi, diretti a ridurre i consumi energetici tali da determinare un significativo risparmio annuo di energia primaria (a solo titolo esemplificativo: sostituzione dei sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica e illuminazione, se impiegati nei cicli di lavorazione funzionali alla riduzione dei consumi energetici come ad esempio building automation, motori a basso consumo, rifasamento elettrico dei motori, installazione di inverter, sistemi per la gestione e il monitoraggio dei consumi energetici);

c) interventi finalizzati all'aumento dell'efficienza energetica dell’immobile oggetto della sede operativa (a solo titolo esemplificativo: isolamento termico dei perimetri dove si svolge il ciclo produttivo come ad esempio rivestimenti, infissi, isolanti). Non sono ammissibili interventi di natura strutturale sugli immobili;

d) sostituzione puntuale di sistemi e componenti a bassa efficienza con altri a maggiore efficienza energetica;

e) installazione di nuove linee di produzione ad alta efficienza energetica, nonché interventi che mirano all’efficientamento d’impianti già esistenti.

Tipologia B - Interventi di installazione di impianti da fonti rinnovabili la cui energia prodotta sia interamente destinata all'autoconsumo della sede operativa oggetto del programma d’investimento candidato. Saranno agevolati gli interventi d’installazione d’impianti da fonti rinnovabili realizzati nel lotto di ubicazione della sede operativa e fino ad una potenza nominale non superiore a 500 kW elettrici e solo se destinata all’autoconsumo della sede produttiva. 

€€€ NON PERDERE QUESTA OCCASIONE verifica l'ammissione del Tuo Progetto! Tel. 0835.382760 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

INTENSITÀ DELL’AGEVOLAZIONE

Sull’importo delle spese sostenute ritenute ammissibili è concesso un contributo in conto impianti, nel rispetto delle disposizioni contenute negli Orientamenti in materia di aiuti di Stato a finalità regionale 2014/2020, nel rispetto dei massimali previsti dal Regolamento UE n. 651/2014 (artt. 18, 38, 40 e 41) pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L187/2 del 26.06.2014 entro i limiti delle intensità espresse in termini di equivalente sovvenzione lorda (ESL), di cui alla Mappa degli aiuti a finalità regionale 2014/2020 e previste per il presente

Avviso Pubblico come di seguito riportato:

- per le Grandi Imprese un aiuto non superiore al 30% delle spese ammesse ad agevolazione fino ad un contributo massimo di € 500.000,00 e massimo di € 800.000,00 per le grandi imprese energivore;

- per le Medie Imprese un aiuto non superiore al 40% delle spesa ammesse ad agevolazione fino ad un contributo massimo di € 400.000,00 e massimo di € 600.000,00 per le imprese energivore;

- per le Piccole Imprese un aiuto non superiore al 50% delle spese ammesse ad agevolazione fino ad un massimo di € 300.000,00 e massimo di € 500.000,00 per le imprese energivore;

- per le Micro Imprese un aiuto non superiore al 50% delle spese ammesse ad agevolazione fino ad un massimo di € 200.000,00 e massimo di € 400.000,00 per le imprese energivore.

L’impresa deve garantire che almeno una quota del 25% dell’investimento candidato deve essere priva di qualsiasi forma di sostegno pubblico.

 

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E VALUTAZIONI INTERMEDIE

1. La procedura di presentazione delle domande di agevolazione è a sportello telematico. Lo sportello telematico sarà aperto a partire dalle ore 8.00 del giorno 01/10/2017 e fino alle ore 20.00 del giorno 30/11/2017. Differimenti dei termini potranno essere stabiliti con provvedimento del Dirigente dell’Ufficio competente.

2. Nel caso in cui a chiusura dello sportello di cui al precedente comma 1 le domande di agevolazione pervenute non assorbano l’intera dotazione finanziaria dell’Avviso Pubblico, lo sportello telematico sarà riaperto entro 5 giorni dalla data di chiusura dello sportello precedente. Potranno essere aperti più sportelli fino a completo esaurimento delle risorse finanziarie che sono state o saranno assegnate al presente Avviso Pubblico.  

€€€ NON PERDERE QUESTA OCCASIONE verifica l'ammissione del Tuo Progetto! Tel. 0835.382760 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


 

State per imboccare la strada della ristrutturazione del vostro impianto elettrico?

Bene, oggi vi è per voi una straordinaria novità, una novità economicamente vantaggiosa ma soprattutto di gran moda….l’impianto elettrico vintage, ossia l’impianto elettrico a vista!!!

Un impianto che lascia scoperti comandi e cavi, sia in ambienti moderni sia in ambienti che vogliono conservare la loro identità storica del periodo anteguerra. Un impianto elettrico realizzato senza effettuare tracce, e quindi esterno, che renderà unico l'arredo e gli ambienti, permetterà una maggiore flessibilità di utilizzo degli spazi nel tempo essendo più facilmente implementabile e/o modificabile. Di certo non sarà compromessa la sicurezza, piuttosto renderà più semplice individuare eventuali danni.

Sicuramente si tratta di una scelta che caratterizza in modo particolare il design dei luoghi, e può essere una buona occasione per riutilizzare con gusto e stile un'usanza passata di moda da quasi un secolo ormai, ma anche un’ottima soluzione in spazi ove sussistono vincoli architettonici che non consentono interventi invasivi, come ad esempio in presenza di muri in pietra o tufo, tipici dei nostri amati Sassi di Matera.

E’ importante sottolineare però che, con questo tipo di soluzione impiantistica, non si perde di vista la modernità degli accessori che negli anni hanno continuato ad essere perfezionati e migliorati per soddisfare le richieste estetiche e di funzionalità della clientela.

Per info: iQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 0835.382760 - www.ineltec.it

 

 

L’installazione del tuo impianto di allarme e videosorveglianza, la ristrutturazione del tuo impianto elettrico e l’installazione del tuo impianto fotovoltaico, ora puoi acquistarli con più serenità.

COME?

INELTEC, in collaborazione con Fiditalia, consente di dilazionare il pagamento dei tuoi acquisti in comode rate mensili e con piani di rimborso personalizzati in base alle tue esigenze.

Vieni a trovarci nelle sedi di Matera in via dei Mestieri oppure a Milano in via Piemonte, 34 (Fizzonasco) e scoprirai un mondo di attenzioni dedicate a te per la realizzazione dei tuoi progetti in tutta sicurezza e serenità.

**Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si veda il documento denominato “IEBCC” presso la Sede Fiditalia e i Punti vendita aderenti all’iniziativa. INELTEC SRL opera quale intermediario del credito in regime di non esclusiva con Fiditalia. La valutazione del merito creditizio è soggetta all’approvazione di Fiditalia S.p.A..

 
 

 

L’energia è un bene prezioso da salvaguardare, e scegliere fonti di produzione rinnovabili è una decisione saggia e doverosa, come quella di evitare ogni possibile spreco.

In ambito domestico, nella nostra vita quotidiana, attraverso alcuni semplici accorgimenti possiamo ridurre la spreco energetico e fare bene non solo alla Terra, ma anche al nostro portafogli.

Elettricità, riscaldamento, acqua e cucina sono i punti critici su cui possiamo intervenire praticando delle piccole modifiche al nostro stile di vita, al fine di migliorare la nostra efficienza energetica, ridurre sensibilmente la bolletta elettrica e anche le emissioni energetiche.

Per vedere un risparmio tangibile, basterebbero alcuni semplicissimi accorgimenti:

  • Utilizzare sempre lampadine a risparmio energetico, cambiando quelle ancora a incandescenza presenti in casa. Il loro maggiore rendimento in termini di consumi ci ripagherà abbondantemente della spesa sostenuta per l’acquisto. Importante nella scelta è anche il livello di illuminazione, che non deve essere superiore alle reali necessità dell’ambiente;
  • Ricordarsi di spegnere la luce della stanza che non stiamo utilizzando, a meno che non siamo sicuri di rientrarvi dopo pochissimo tempo: accenderle e spegnerle in continuazione ne riduce la durata nel tempo. In ogni caso, evitare l’utilizzo di illuminazione artificiale se quella solare può essere sufficiente;
  • Per risparmiare qualcosina in più al momento dell’acquisto occorre fare un’ulteriore distinzione. Tra le lampadine a basso consumo, le principali variazioni sono nel tempo impiegato per raggiungere la piena illuminazione: considerando che solitamente quelle con tempi più lunghi sono anche le meno costose, si potrebbero scegliere per ambienti come la cucina o il soggiorno in cui sostiamo in genere più a lungo;
  • Comprare apparecchi a basso consumo o di maggiore efficienza energetica
  • Staccare sempre i caricabatterie delle prese una volta finita la carica (e non superate quel tempo), altrimenti, continuerà a consumare energia. Di solito, più grande e pesante è il caricatore, maggiore è il suo consumo di corrente
  • Spegnete totalmente gli elettrodomestici (o togliete la spina) non lasciandoli mai in stand-by
  • Frigo e congelatore: allontanarli da fonti di calore, lasciando almeno 10 cm di distanza dai muri. Impostare il termostato su temperature intermedie e controllare la normale chiusura della porta.

Per concludere, una piccola nota su l’utilizzo del televisione. Se invece di guardare ognuno il proprio televisore, magari persino sullo stesso canale, ci riunissimo insieme con la nostra famiglia nella visione? Potrebbe essere un modo piacevole per risparmiare energia e perché no, un’occasione per riscoprire il piacere di un bel film guardato in compagnia.

Il Risparmio Energetico è una pratica davvero responsabile per tutti coloro che hanno a cuore l’ambiente in cui vivono e vogliono adeguare i propri comportamenti quotidiani affinché si consumi ed inquini di meno.